la guida per l'Etruria meridionale

La Riserva Naturale di Tuscania, si estende per 1901 ettari, compresi interamente nel comune di Tuscania. Ne fanno parte il centro storico di Tuscania le valli dei fiumi Marta e Maschiolo con una gran parte delle testimonianze archeologiche etrusche e una sughereta naturale di ca. 40 ha.
Rocca Respampampani è una tenuta agricola appartenente al Comune di Monte Romano che si estende per circa 2500 ettari in uno dei luoghi tra i più affascinanti della Tuscia Meridionale. All'interno: la Rocca vecchia e nuova, il ponte del Diavolo, La grotta del Portenaccio e una natura mozziafiato.
A circa 3 km da Capodimonte, sulla sponda meridionale del lago di Bolsena, si trova un promontorio montuoso sul quale era ubicato l'insediamento di Bisenzio, abitato fin dall'età del bronzo finale, ma oggi disabitato. L'antica città di Bisenzio ha dato il suo nome alla vicina isola Bisentina
E’ la più grandiosa e spettacolare necropoli rupestre d’Etruria. L’imponenza dei monumenti e la spettacolarità della natura regala sensazioni indimenticabili quasi si percorressero strade e luoghi fuori dal tempo.
Il parco archeologico naturalistico di Vulci, tra Montalto di Castro e Canino, è probabilmente la località “etrusca” più affascinante e coinvolgente che è possibile incontrare in Italia, non tanto per i reperti archeologici presenti ma quanto per le atmosfere ed i paesaggi.
La valle dei calanchi è situata tra il lago di Bolsena, ad ovest, e la valle del tevere, ad est e fa parte del municipio di Bagnoregio. La valle è composta da due principali valli: il fosso del Rio Torbido e il fosso del Rio Chiaro.
La Selva del Lamone, al confine tra Lazio e Toscana, oggi dichiarata Riserva Naturale, è uno dei boschi più selvaggi e solitari d'Italia. Rifugio sicuro per briganti e malfattori nei secoli passati, presenta al suo interno numerose formazioni rocciose di origine vulcanica, le cosiddette murge..
La Feniglia presso Orbetello in provincia di Grosseto è una grande duna di sabbia che collega l'Argentario con il promontorio di Ansedonia. Lunga più di 6 km si estende su 474 ha. È famosa per la sua bella spiaggia e la sua vasta riserva naturale composta da una vasta pineta mediterranea ..
Lungo un vallone isolato - ad una decina di km da Viterbo - si trova questa suggestiva necropoli etrusca rupestre; essa si sviluppa sulle fiancate del vallone con numerose sepolture ipogee a dado (anche di grandi dimensioni). E' famosa per essere la prima grande necropoli ad essere studiata...
Collocato a picco sulla valle dell'Olpeta, fu prima insediamento etrusco, borgo medievale e infine capitale del Ducato di Castro. Definito per lo splendore la cartagine della Maremma divise anche il destino della città punica. Fu raso al suolo nel 1649 per volonta di Papa Innocenzo X.
Powered by Sigsiu.NET