la guida per l'Etruria meridionale

Etruria inside...

mappa dell'Etruria meridionale

Itinerari di arte contemporanea, di cultura, avventura e gastronomia nell'Etruria meridionale

...è un progetto ambizioso, che tenta di far conoscere agli appassionati e amanti dell'arte, della cultura, della natura un'area poco nota del centro Italia: l'Etruria meridionale. Tutti coloro che cercano una vacanza o una gita culturale all'insegna dell'arte e della natura fuori dai sentieri battuti, qui troveranno veramente quello che cercano! 

L'Etruria, intesa come il cuore dell'antica Etruria o Tuscia, comprende il territorio della provincia di Grosseto,conosciuto soprattutto come Maremma, la provincia di Viterbo chiamata anche Tuscia viterbese, parti della provincia di Siena, la parte nord della Provincia di Roma, e le zone dell'Umbria occidentale (a ovest del Tevere). Un’area che spesso viene lasciata alle spalle dal granturismo nazionale e internazionale il quale, dopo una visita della “Toscana classica” (Firenze, Pisa, Siena, Chianti) si sposta di solito direttamente a Roma, tralasciando un area dell'Italia centrale che per le sue bellezze paesaggistiche, il suo patrimonio artistico e culturale, la sua gastronomia il suo mare e laghi vale sicuramente una vacanza.
Alba al castello della tagliata-Ansedonia-foto di Marco ScatagliniCerto, qui mancano le grandi infrastrutture turistiche come le troviamo nella zona del Garda, lungo la costa adriatica romagnola o nelle grandi città d'arte come Firenze, Venezia o Roma, ma proprio questa mancanza e “trascuratezza” della propria eredità culturale e artistica ha fatto sì che l'Etruria sia riuscita a mantenere il suo fascino di terra da esplorare, “insidertip“ per i cultori del diverso, per viaggiatori che cercano una vacanza “slow” all'insegna dell'arte, della cultura e della natura nascosta. Qui prevalgono i bed & breakfast e gli agriturismi e cercherete invano grandi centri turistici con alberghi a dieci piani lungo le spiagge. Le attrazioni di questa terra vanno esplorate non visitate. Quando vi trovate ad esempio in prossimità di una delle numerose necropoli etrusche scavate nelle profonde gole tufacee nascoste nel territorio non troverete biglietterie, stand di informazioni turistiche e venditori di gelato e bibite, anzi, spesso farete difficoltà a trovare il sentiero per scendere e farvi strada nella vegetazione per ritrovarvi in un paesaggio che sembra uscito da un film di Indiana Jones. Ci sono poche guide turistiche e siti internet in lingua straniera da consultare e tante attrazioni del territorio si conoscono solamente a livello locale come se la loro presenza fosse un segreto da mantenere.

Etruria inside nasce senza scopo di lucro e intende  mappare pian piano il territorio proponendo degli itinerari descrivendo non solo le attrazioni e le cose da vedere e scoprire ma dando anche indicazioni per alloggi particolari, posti per mangiare fuori dal comune, case vinicole ed altri produttori agricoli che proprio per qualità meritano l'attenzione del viaggiatore. 

“Etruria inside“ vuole essere una guida di qualità per tutti coloro che cercano una vacanza slow, di certo non  costosa, fuori dai sentieri battuti in cerca dei tesori nascosti che questa terra offre al viaggiatore esploratore.